Breaking News

giovedì 13 marzo 2014

FANTASIA DI FRUTTA IN CESTINO DI McVitie's




















Preparare una macedonia è sempre semplicissimo, ma alquanto monotono. Concludere una cena oppure un pranzo con la solita coppetta di frutta e pallina di gelato ormai è superata, così voglio incuriosirvi con una ricetta che rivoluzionerà il fine cena, e sicuramente i vostri commensali.
Seguitemi attentamente nelle varie fasi, basteranno 15 minuti per realizzare qualcosa da mille e una notte..!!!

                         Grazie all'impiego di prodotti dolciari di qualità i McVitie's 


Digestive Fruit Shortcake (Alla frutta)

Fruit Shortcake Digestive di McVitie's è un delizioso biscotto di pastafrolla alla frutta, con uvetta e delicati cristalli di zucchero.
Adatto ad ogni occasione, è perfetto da gustare in ogni momento della giornata per uno snack davvero irresistibile.

La storia dellìazienda McVitie's nasce nel 1809 in Scozia, da Robert McVitie's, che iniziò a lavora presso in un forno di Drumfries. Nel 1830 apre un piccolo emporio, e nella parte di sotto avvia una produzione aprendo un forno che espanderà ben presto aprendo altri punti vendita. Nel 1880 muore e lascia la sua eredità ai figli. Inoltre ottiene il sigillo reale nel 1893, realizzando la torta per il matrimonio della principessa Mary di Tech e il Duca di York. L'azienda continua  ad espandersi e nel 1956  la fabbrica di Harlesden diventa la prima fabbrica di biscotti automatizzata. Fino ad oggi il marchio McVitie's vanta una fama mondiale.

Un recente studio londinese condotto dal dottor Stuart Farrimond, afferma dopo aver testato svariati biscotti per il thè che il Rich Tè sarebbe il migliore in assoluto. Qui potete leggere l'articolo http://www.independent.co.uk/life-style/food-and-drink/rich-teas-are-the-best-biscuits-hobnobs-are-soggy-imposters-scientists-find-9186984.html

INGREDIENTI:
1 ananas intera
5 kiwi maturi
due mandarini
5 pesche sciroppate
2 pere
1 scatola di Fruit Shortcake Digestive di McVitie's 
2 cucchiai di zucchero
succo di arancia fresca oppure limone
(se è per adulti qualche goccia di liquore a scelta)

PREPARAZIONE:
Tagliare la frutta a pezzettoni, metterla in un tegame e aggiungere lo zucchero il succo di arancia o limone e qualche cucchiaino di liquore. Lasciare macerare in frigo per almeno due ore. Prima di servire, prendere 6 coppette di vetro trasparente, posizionare i biscotti nei 4 lati in modo che facciano d acontorno alla macedonia. Versare al centro la frutta e un pò del liquido che si è creato. Aggiungere un biscotto a metà al centro. Ciò che differisce dalla solita macedonia non è solo la bellezza agli occhi, ma il gusto, che i biscotti ripieni di frutti e uvetta donano alla macedonia. Grazie anche allo zucchero croccante con il quale sono rivestiti. Vi assicuro che la coppetta sarà vuota in pochi minuti, e come dico sempre FACILE E VELOCE. 
Collegatevi alla pagina fans McVitie's https://www.facebook.com/mcvitiesitalia/info

giovedì 6 marzo 2014

POLPETTE DI CARNEVALE RIPIENI DI POMODORI RUSTICI MONTALBANO




















Per carnevale cosa c'è di più buono che realizzare le polpette di patate, ma con un particolare ripiene di pomodori rustici Montalbano , gustose,  con l’intenso sapore tipico dei pomodori essiccati al sole ricettati con ingredienti genuini, tutto il sapore del Mediterraneo in questi pomodori pienamente maturi insaporiti con erbe aromatiche per esaltarne ancor più il sapore.Un invito alla buona tavola, da gustare insieme. Ideale per aperitivi ed antipasti e ricette sfiziosi.


INGREDIENTI: 
1 kg di patate lesse
3 uova
prezzemolo tritato
mollica di pane quanto basta
sale
pepe
formaggio grattuggiato grana padano
pezzettini di salsiccia stagionata
1 vasetto di pomodori rustici Montalbano
olio per friggere

PROCEDIMENTO: 
Lessare un kg di patate, dopodichè spellarle e schiacciarle nello schiacciapatate, mettere il composto in un recipiente, aggiungere il pepe, sale, formaggio,la salsiccia a pezzettini e le tre uova e la mollica di pane sbriciolata. Impastare energicamente ed aggiungere i pomodori rustici Montalbano tagliati a pezzi grossi. Una volta ottenuto il composto realizzare delle palline medie e friggerle in abbondante olio di arachidi finchè saranno ben dorate.
Servitele su di un piatto accompagnate da qualche pomodoro rustico Montalbano di fianco.
E come dico sempre FACILE E VELOCE... Buon appetito... finiranno in pochi minuti..!!!

Qui il link della pagina ufficiale Montalbano industria agroalimentare
https://it-it.facebook.com/MontalbanoFood

PIZZA MORBIDA E CROCCANTE AI CARCIOFI CON FARINA MOLINI PIZZUTI




















Avete mai provato a realizzare un pizza come quella del ristorante, sottile, morbida e dal gusto unico ed inimitabile?
Oggi vi stupirò con la ricetta segreta per ottenere una pizza d.o.c
Seguite tutte le varie fasi, gli ingredienti e i tempi necessari, e naturalmente dei semplici consigli.
Conosciamo che nell'antichità  le focacce, le schiacciate, lievitate, erano già diffuse presso gli Egizi, i Greci e i Romani, attestando che la pizza avrebbe avuto origine già nel 997. E' un prodotto che si attesta essere italiano, con la mitica pizza Margherita che nasce a Napoli dall'inventiva del grande Pizzaiolo Raffaele Esposito. In occasione di una visita della Regina d'Italia, Margherita, moglie di Re Umberto primo l'Esposito pensò ad una pizza che celebrasse l' Unità d'Italia sotto i Savoia e per fare questo volle usare i colori degli ingredienti pomodoro, mozzarella e basilico, per raffigurare la bandiera tricolore italiana. Nella sua realizzazione abbiamo usato un alimento che ne esaltasse il gusto, la fraganza e la bontà. Esattamente come ingrediente principale abbiamo usato la farina per pizza Molini Pizzuti, una farina messa a punto per la realizzazione della pizza secondo la vecchia tradizione casalinga. Essa concede alla pizza tutti i sapori, croccantezza e morbidezza, come la pizza cotta nel forno a legna.


INGREDIENTI x 4 pizze: 1  kg di farina per pizza Molini Pizzuti (segreto)
600 ml di acqua 25 gr di lievito di birra 20 gr di sale sciogliere il lievito in poca acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero (segreto)  
CONDIMENTO x una pizza: 1 mozzarella 200 gr salsa di pomodoro 200 gr provola affumicata  1 vasetto di carciofi
PROCEDIMENTO: Versare delll'acqua a temperatura ambiente in un recipiente capiente, nel frattempo sciogliere in una tazza il lievito con dell'acqua tiepida e un cucchiaino di zucchero, versarlo nel recipiente insieme all'altra acqua. Aggiungere a poco alla volta la farina Molini Pizzuti e infine il sale e continuare ad impastare energicamente. Fare riposare per mezz'ora, riprenderla e rimpastare di nuovo. Un segreto è dividerla in 4 panetti e lasciarli lievitare su di un tavolo per 6 ore coperti da un canovaccio. Accendere il forno a 220 gradi, stendere i panetti sulle teglie apposite e condirle con i vari ingredienti, iniziare con la mozzarella e la provola affumicata, se la pizza sarà bianca, mentre con la salsa di pomodoro cotta se volete farla rossa. Aggiungere in fine i carciofi. Inserire nel forno, un altro segreto sta nell'adagiare la teglia sul fondo del forno per 3 minuti e poi metterla al centro, questo trucco aumenta la lievitazione della pizza come se fosse cotta nel forno a legna. Far cuocere per circa 10 minuti, a seconda del tipo di forno, controllare la cottura dopodichè estrarre dal forno e far riposare per 5 minuti. Adagiarla su un tagliere e tagliarla a tranci, con questa dose si possono avere 8 pezzi di pizza ben grandi. Ecome dico sempre FACILE E VELOCE... Buon appetito..!!!

Qui trovate la pagina ufficiale di facebook di Molini Pizzuti
https://it-it.facebook.com/pages/Molini-Pizzuti-Tradizione-dal-1953/449826131753355

PIZZA AL GORGONZOLA PANCETTA E FIOR DI BOSCO FUNGHI MONTALBANO




















Avete mai provato a realizzare un pizza come quella del ristorante, sottile, morbida e dal gusto unico ed inimitabile?
Oggi vi stupirò con la ricetta segreta per ottenere una pizza d.o.c
Seguite tutte le varie fasi, gli ingredienti e i tempi necessari, e naturalmente dei semplici consigli.
Conosciamo che nell'antichità  le focacce, le schiacciate, lievitate, erano già diffuse presso gli Egizi, i Greci e i Romani, attestando che la pizza avrebbe avuto origine già nel 997. E' un prodotto che si attesta essere italiano, con la mitica pizza Margherita che nasce a Napoli dall'inventiva del grande Pizzaiolo Raffaele Esposito. In occasione di una visita della Regina d'Italia, Margherita, moglie di Re Umberto primo l'Esposito pensò ad una pizza che celebrasse l' Unità d'Italia sotto i Savoia e per fare questo volle usare i colori degli ingredienti pomodoro, mozzarella e basilico, per raffigurare la bandiera tricolore italiana.
Nella sua realizzazione abbiamo usato un alimento che ne esaltasse il gusto, la fraganza e la bontà. Esattamente come condimento abbiamo usato un connubio di funghi misti esaltati da spezie e piante aromatiche, i Fior di Bosco Alla Toscana Montalbano



INGREDIENTI x 4 pizze:
1  kg di farina
600 ml di acqua
25 gr di lievito di birra
20 gr di sale
sciogliere il lievito in poca acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero (segreto)
CONDIMENTO x una pizza:
1 mozzarella 200 gr
300 gr gorgonzola
6 fette di pancetta
200 gr provola affumicata 
1 vasetto di Fior di Bosco Funghi alla toscana Montalbano

PROCEDIMENTO:
Versare delll'acqua a temperatura ambiente in un recipiente capiente, nel frattempo sciogliere in una tazza il lievito con dell'acqua tiepida e un cucchiaino di zucchero, versarlo nel recipiente insieme all'altra acqua. Aggiungere a poco alla volta la farina e infine il sale e continuare ad impastare energicamente. Fare riposare per mezz'ora, riprenderla e rimpastare di nuovo. Un segreto è dividerla in 4 panetti e lasciarli lievitare su di un tavolo per 6 ore coperti da un canovaccio.
Accendere il forno a 220 gradi, stendere i panetti sulle teglie apposite e condirle con i vari ingredienti, iniziare con la mozzarella e la provola affumicata, se la pizza sarà bianca, mentre con la salsa di pomodoro cotta se volete farla rossa. Aggiungere il gorgonzola, i funghi Montalbano e la pancetta a fette.
Inserire nel forno, un altro segreto sta nell'adagiare la teglia sul fondo del forno per 3 minuti e poi metterla al centro, questo trucco aumenta la lievitazione della pizza come se fosse cotta nel forno a legna. Far cuocere per circa 10 minuti, a seconda del tipo di forno, controllare la cottura dopodichè estrarre dal forno e far riposare per 5 minuti. Adagiarla su un tagliere e tagliarla a tranci, con questa dose si possono avere 8 pezzi di pizza ben grandi.
Ecome dico sempre FACILE E VELOCE... Buon appetito..!!!

Qui il link della pagina ufficiale di facebook montalbano industria agroalimentare
https://it-it.facebook.com/MontalbanoFood

sabato 1 marzo 2014

ZEPPOLE CREMA ANANAS E CIOCCOLATO FONDENTE





La zeppola ha un origine antica, si colloca già nell'antica Roma, quando per la festa liberialia si preparavano delle frittelle di frumento. Ma la vera zeppola di S.Giuseppe nasce nel convento di S.Gregorio Armeno, secondo altri in quello di Santa Patrizia. Ma c’è anche chi ne attribuisce “l’invenzione” alle monache della Croce di Lucca, o a quelle dello Splendore.    
La prima zeppola di San Giuseppe che sia stata messa su carta risale comunque al 1837, ad opera del celebre gastronomo napoletano Ippolito Cavalcanti, Duca di Buonvicino. 
Ho deciso di preparare questi meravigliosi dolci e li ho modificati con aggiunte di frutta e cioccolato fondente, per dare loro un tocco new age.
Di facile preparazione, potete comprare le paste già pronte e poi farcirle a piacere.

INGREDIENTI: 
6 zeppole già pronte
200 gr cioccolato fondente
6 fette di ananas
per la crema:
500 ml di latte
75 gr di farina
100 gr di zucchero
vanillina
scorza di limone biologico
2 uova intere

PROCEDIMENTO: 
Preparate la crema, in un pentolino scaldate del latte con la vanillina e una scorza di limone biologico mentre in un altro aggiungete le due uova, lo zucchero e mescolate per bene fino ad ottenere una crema morbida e liscia, pian piano aggiungete la farina setacciata e continuate a rimestare. Dopodichè aggiungete il latte caldo al composto e in pochi minuti la crema si addenserà perfettamente. Non dimenticate mai di mescolare altrimenti la crema si attacca e brucia. Lasciatela raffreddare, nel frattempo tagliate  ametà le zeppole. Fate fondere il cioccolato con un pò di latte, riempite le zeppole con la crema, adagiatevi in ognuno una fetta di ananas e chiudetele. Infine cospargetele di cioccolato fuso, potete metterne poco oppure tanto come ho fatto io. FACILE E VELOCE
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...