Breaking News

martedì 29 settembre 2015

CROCCANTE TORRONE DI MANDORLE


Il croccante è un tipico dolce natalizio, semplice da realizzare. Sulle sue origini si hanno testimonianze scritte di questo dolce su di un testo spagnolo del 1475, il che fa presumere una natalità iberica, ma altri avanzano l’ipotesi che il croccante sia nato nel meridione d'Italia intorno al ‘200, come derivazione di un tipico dolce arabo, fatto a base di mandorle, miele, zucchero e spezie.

La ricetta del croccante è riportata da Pellegrino Artusi nella sezione dedicata alla pasticceria del suo famoso libro di ricette "La Scienza in cucina e l'Arte di mangiar bene

Oggi esistono molte varietà di croccante che sostituiscono le mandorle con altri tipi di frutta secca, si possono trovare croccanti alle noccioline americane ma anche ai semi di sesamo, al popcorn, alle nocciole, alle noci, ai pinoli.

La ricetta che vi insegneremo è della nostra dolcissima amica Roberta Lucido che ci ha deliziati insegnandoci le tecniche per ottenere un fantastico croccante alle mandorle

INGREDIENTI:
300 gr di mandorle spellate
300 gr di zucchero
1 cucchiaio di acqua
1 cucchiano di limone

PROCEDIMENTO:
Foderate con carta da forno una teglia, distribuitevi le mandorle spellate e fatele tostare per 5 minuti in forno statico preriscaldato a 180°. Le mandorle non devono scurirsi.
Mettete in una pentola zucchero e mandorle in egual quantità aggiungete un cucchiaio d'acqua e mettete sul fuoco fiamma media. Mescolate con cucchiaio di legno continuamente. Pian piano lo zucchero si scioglierà, sentirete anche degli scricchiolii é normale sono le mandorle che si tostano. Quando lo zucchero é caramellato versare il contenuto su carta forno e spianare: ATTENZIONE A NON BRUVIARVI É CALDISSIMO!
Potete spianare con il mattarello o il limone (perchè gli oli essenziali racchiusi nella buccia degli agrumi rilascia un gradevole aroma sul dolce). Quando é tiepido tagliare a pezzi.





La conservazione del croccante richiede qualche accorgimento. Primo: quando sarà freddo avvolgetelo nella stagnola e riponetelo in una scatola di latta con coperchio. Secondo: posizionate il contenitore in un luogo fresco e asciutto! Con il caldo lo zucchero caramellato tende a sciogliersi. E come dico sempre FACILE E VELOCE
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...