Breaking News

mercoledì 7 ottobre 2015

PIZZA AL CARBONE VEGETALE




Il carbone vegetale è un integratore alimentare utilizzato per combattere sia disturbi digestivi che meteorismo.
La farina nera di carbone vegetale, ultima tendenza in campo alimentare di questi ultimi anni, non ha né odore né sapore. 

Ma da cosa si ottiene il carbone vegetale? 
Il carbone vegetale si ottiene sottoponendo vari tipi di legno ad un processo di decomposizione termica che avviene in assenza di ossigeno. E' un concentrato di fibre vegetali lignee ricavate dal salice o dalla betulla, dopo l'estrazione, vengono decomposte a mezzo del calore in assenza di ossigeno. In questo modo le fibre di legno diventano porose e acquisiscono l'assorbenza ovvero la capacità di legare i gas intestinali. Una volta nell'intestino, non vengono digerite in quanto l'uomo non possiede gli enzimi appositi e possono così esercitare la loro funzione assorbente man mano che percorrono l'intestino fino a che, con l'espulsione delle feci, saranno eliminate insieme ai gas che hanno catturato.

Il carbone vegetale per il suo alto valore assorbente viene usato in farmacia per disturbi gastrici, coliche, meteorismo e acidità di stomaco. E’ un rimedio naturale per gonfiori addominali e le sue proprietà depurative sono note fin dall’antichità.

E’ usato anche per disintossicare l’organismo in caso di avvelenamento o intossicazione.

La pizza al carbone vegetale è più digeribile infatti della normale pizza, poichè il carbone vegetale trattiene i gas che si sviluppano dalla fermentazione durante la digestione, limitando così i gonfiori. CURIOSITA'
In campo alimentare sostituisce il nero di seppia difatti possiamo ottenere degli splendidi tagliolini fatti a mano o in tutte quelle ricette che prevedono l'utilizzo di questo ingrediente.


Il carbone vegetale quali benefici apporta all'organismo?
Assorbe i gas intestinali eliminando il meteorismo
Attenua la sensazione di pienezza e gonfiore che spesso avvertiamo dopo un pasto

Aiuta a regolarizzare il transito intestinale migliorando la stitichezza
Riduce i livelli di colesterolo nel sangue
Riduce l'indice glicemico del pasto;
Aumenta il senso di sazietà

Ora vi propongo la ricetta perfetta del nostro chef Antonio Cerrito, che ci ha insegnato i segreti della panificazione, con i suoi tantissimi trucchi e segreti. Antonio Cerrito è uno dei più grandi chef della costiera abruzzese.

INGREDIENTI per 4 pizze o 6 panini:
1 kg di farina
12 gr di carbone vegetale
1 cubetto di lievito
1 cucchiaino di zucchero
1/2 bicchiere olio evo
1 cucchiaio di sale

PROCEDIMENTO:
Ho miscelato molto bene un chilo di farina con 12 grammi di carbone vegetale. Ho sciolto un cubetto di lievito in un po di acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero poi ho aggiunto un po alla volta tutta la farina e l'acqua con mezzo bicchiere di olio evo, solo alla fine il sale. Ho impastato per 4 minuti e poi ho lasciato lievitare per almeno 2 ore. 

(SE DOVETE FARE I PANINI, DIVIDETE IN 6 PAGNOTTINE E LASCIATE LIEVITARE PER ALTRE DUE ORE, DOPODICHE' INFORNATE A 200 GRADI PER CIRCA 25 MINUTI) ( Poi lori dipende dal clima e dalla temperatura)



PER LA PIZZA INVECE: Ho impastato per 4 minuti diviso l'impasto in 4 parti le ho coperte facendole lievitare fino al raddoppio. (circa 2 ore)
Quindi ho steso l'impasto nella teglia ho condito fatto lievitare per altre 2 ore poi ho infornato a 200 gradi per 25 minuti.
Il sapore è inalterato solo il colore e diverso, inoltre rende l'impasto più digeribile.Non prendetelo a compresse ma a polvere.
Per trovarlo basta andare in un negozio specifico per forni e pasticcerie, costa sugli 8 euro per 50 grammi. Ricordate che su chilo di farina occorrono 12 grammi.
Servite le pizze ai vostri ospiti, vi assicuro che apprezzeranno tantissimo, mentre potrete farcire i panini con mozzarella e pomodoro. E come dico sempre FACILE E VELOCE
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...