Breaking News

venerdì 25 marzo 2016

AZIENDA AGRICOLA BARONIA DELLA PIETRA I MIGLIORI VINI ED OLI


L'azienda agricola Baronia della Pietra coltiva la sua terra dal 1860, era proprio il bisnonno Domenico che piantò gli ulivi. Ora si occupa delll'azienda  Salvatore Barbiera, che con dedizione si prende cura delle piante di ulivo e della vigna. 
L'azienda si trova nella contrada Chinesi, un tempo abitata dai Sicani, coltivata dagli arabi, poi appartenuta alla Chiesa di Agrigento su concessione dei Normanni, infine acquistata dalla nobile famiglia dei Barresi, di origine Normanna. 

Una terra amata dal sole, ed è a 400 metri di altezza che si trovano i terreni coltivati ad uliveti e le pregiate uve.

La prerogativa che Salvatore impiega nella sua azienda è  raccogliere solo il meglio che la terra dona, per ottenere alimenti sani dalle pregiate virtù. Proprio per questo i suoi prodotti sono l'eccellenza siciliana in assoluto.

Abbiamo degustato due vini rossi il SIKANE e il NERO DI CAMICO, vini altamente pregiati, dal sapore forte e deciso che accompagna primi piatti corposi, e secondi a base di carne o cacciagione.



Il SIKANE è un vino rosso da un vitigno siciliano di eccellenza: il Nero D’Avola. Il Sirah, vitigno utilizzato dai francesi. La fermentazione avviene in acciaio a temperatura controllata di circa 28 gradi.
Affinamento in recipienti di acciaio per 5 mesi, successivamente 10 mesi in barrique usate, quindi 3 mesi di ulteriore affinamento in bottiglia.
Ha una bella gradazione di circa 14 %, va servito a 18 gradi.
Degustandolo abbiamo nototato la corposità, il sapore intenso e l'odore che ricorda il solo della sicilia.  Ha delle noti di fragoline di bosco e ribes. Noi lo abbiamo abbinato con questo secondo piatto involtini di agnello con ripieno di formaggio e rucola


Gli abbinamenti consigliati sono con il pecorino stagionato dei Monti Sikani, agnello al forno con patate, carne e salsiccia alla brace, pasta alla Norma con melanzane fritte.



Abbiamo degustato il magnifico NERO DI CAMICO un vino rosso prodotto da due vitigni il Cabernet e Merlot.
Fermentato in acciaio a temperatura controllata di circa 28 gradi.
Affinamento: in recipienti di acciaio per 12 mesi, quindi 3 mesi in bottiglia.
Gradi: 14%
Temperatura di servizio: 18 gradi
Il vino ha un colore spettacolare un rosso porpora con riflessi violacei dal profumo intenso e corposo, ha note di prugna e ciliegia matura, i tannini ben presenti conferiscono al vino una grande morbidezza.
Noi lo abbiamo abbinato con un secondo piatto a base di carne di cinghiale 



Ma l'azienda si contraddistingue non solo per la produzione di vini pregiati ma anche per la produzione di olio, ed è proprio l'olio extravergine di oliva MIKÌ che impiega le pregiate olive raccolte a mano nel mese di novembre, l’olio è estratto a freddo in frantoio tradizionale, viene lasciato a decantare per un paio di mesi in recipienti di acciaio e poi imbottigliato.

Il colore è giallo con riflessi verdi, vi assicuro che il sapore è davvero speciale, si riescono a sentire note di fruttate e di mandorla, ricco di polifenoli antiossidanti naturali.
L'olio può essere utilizzato sia a crudo ma anche cotto nei cibi, legumi e fritture.
Abbiamo pensato di accompagnarlo a crudo sul nostro primo piatto tagliatelle con funghi e pancetta


Pagina facebook: BARONIA DELLA PIETRA
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...